parliamo di fitness e benessere
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
AutoreMessaggio
Angela



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 12.01.10

MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Lun Mag 10, 2010 7:27 pm

Per Michele:
La magnetoterapia solitamente è mutuabile e quindi deve essere fatta richiesta dal medico curante. Mi riservo però di parlare per la regione Veneto, la situazione potrebbe essere leggermente diversa nelle altre regioni. Di questo comunque è informato il suo medico, o comunque può chiedere al più vicino centro fisioterapico e riabilitativo convenzionato o direttamente al cup del suo ospedale.

Per quanto riguarda i diversi prezzi richiesti per la magnetoterapia le motivazioni sono molteplici: esistono apparecchiature a doppio o a singolo generatore (le prime molto più costose delle seconde, per le applicazioni professionali ad alte frequenze), apparecchi ad alte o basse frequenze, marche più o meno note, noleggi convenienti e altri...un po' meno!
La scelta dell'applicazione ad alta o bassa frequenza e quindi la scelta della tipologia di macchina DEVE essere fatta sempre dal medico prescrittore (quindi fisiatra o ortopedico) o in alternativa da un esperto fisioterapista. Nel momento in cui saprà il tipo di macchinario potrà scegliere il migliore in termini di rapporto qualità-prezzo.

Rimango a sua disposizione,
saluti

Per Daniela:
Come già ho consigliato a Michele l'utilità dell'applicazione della magnetoterapia e la scelta dell'apparecchiatura è di UNICA competenza del medico curante. Io non posso darle consigli in questo senso ma solo consigli di tipo tecnico e applicativo una volta che la terapia è stata ideata dallo specialista.
Per l'utilizzo a casa le consiglio apparecchiature molto semplici e intuitive ma che sappiano darle buone prestazioni. Nel sito www.youpower.it può trovare esempi di magnetoterapia per uso domiciliare.

mi faccia sapere come va la terapia,
resto disponibile per ulteriori dubbi

Angela -dott. Ingegneria Biomedica-
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Daniela
Ospite



MessaggioTitolo: ernia cervicale   Lun Mag 10, 2010 2:15 pm

Ho 2 ernie cervicali che spesso mi intorpidiscono entrambe le braccia e mi provocano dolori insopportabili , la magnetoterapia mi potrebbe aiutare a convivere con questi dolori quando si presentano? Se si , che tipo di apparecchiature consiglia acquistare per un eventuale utilizzo a casa?
Tornare in alto Andare in basso
Michele
Ospite



MessaggioTitolo: E' VERO CHE GLI APPARECCHI PER LA MAGNETO TERAPIA HANNO TUTTI LA STESSA EFFICACIA ?   Sab Mag 08, 2010 7:01 pm

Salve,dopo aver effettuato un'operazione in artroscopia per la rotula dove mi hanno rimosso parecchia cartilagine,il medico mi ha prospettato l'utilizzo di questo tipo di terapia.
Riporto fedelmente la diagnosi conclusiva post operatoria :
Condropatia grado 4 Outerbridge troclea femorale sinistra

Avrei qualche domanda a proposito:

- Questa terapia è mutuabile ?
- Avendo osservato che le richieste economiche per il noleggio di tale attrezzatura sono molto varie,mi domando se a prezzo inferiore corrisponda un minore giovamento oppure, se gli apparecchi agiscono tutti nello stesso modo, la differenza di prezzo sia soltanto marketing
-Se ci sono differenze,può consigliarmi quale sia quella più indicata per il mio caso ?

La ringrazio in anticipo
Tornare in alto Andare in basso
Angela



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 12.01.10

MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Mar Mag 04, 2010 9:21 pm

Salve Marco!

Non mi risultano controindicazioni nel caso di trapianti di organi e il conseguente utilizzo di immunosopressori. Anche nel caso di innesto non ho trovato riscontri per quanto riguarda controindicazioni.
Non so dove lei intenda fare la magnetoterapia, se fosse nella gamba traumatizzata io le sconsiglierei l'utilizzo proprio in quel punto vista la condizione dei tessuti.
Ricordo comunque che è sempre meglio sentire prima il parere di un medico a proposito dell'utilizzo della magnetoterapia per concordare con lui anche le modalità di svolgimento della terapia.

A presto,

Angela -dott.Ingegneria Biomedica-
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Marco
Ospite



MessaggioTitolo: Controindicazioni per la magnetoterapia   Mar Mag 04, 2010 3:56 pm

Buongiorno, sono Marco

Sono un trapiantato di fegato, dal 1994, ci sono controindicazioni se volessi fare la magnetoterapia? Sto prendendo degli immunosopressori.
Inoltre a 8 anni ho subito un incidente stradale all'arto inferiore dx, con la perdita delle parti molli e del muscolo della gamba, con un innesto nella vena safena del circolo arterioso. anche in questo caso non ci sono controindicazioni?

Resto in attesa di una Vostra risposta, ringrazio per la gentile attenzione.
Tornare in alto Andare in basso
Angela



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 12.01.10

MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Mer Apr 28, 2010 8:58 am

Di niente! Il forum è nato proprio per confrontarci su apparecchiature e dubbi! Wink
Anzi, ci faccia sapere come è andato il trattamento, e cosa ne pensa proprio della magnetoterapia, sarà utile a molti utenti!

Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Matteo
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Mar Apr 27, 2010 10:35 pm

Citazione :
Salve Matteo,
in magnetoterapia "il più si fa, meglio è" funziona fino ad un certo punto. Certo, per avere risultati apprezzabili occorrono trattamenti di durata modesta (anche 90 minuti!) ma si deve tenere in considerazione che è necessario rispettare i tempi di riposo tra una seduta e l'altra e comunque tener presente che non si hanno accelerazioni di guarigioni maggiori del 50% del tempo necessario rispetto alla guarigione senza terapia. In parole semplici l'applicazione eccessiva nella speranza che i tempi di guarigione siano molto minori è inutile.

Se ha altri dubbi, rimango a Sua disposizione,
Saluti

Angela,
grazie della risposta veloce ed esauriente. Comunque generalmente mi sottopongo a trattamenti di 2 ore con 2-3 ore di riposo tra un trattamento e l'altro..

Grazie ancora, Matteo
Tornare in alto Andare in basso
Angela



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 12.01.10

MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Mar Apr 27, 2010 4:52 pm

Matteo ha scritto:
Buongiorno,
a seguito di una frattura alla tibia e successivo intervento con inserimento di placca e viti in titanio ho noleggiato un apparecchio per la magnetoterapia con le seguenti caratteristiche:
# Potenza: 270 GAUSS
# Frequenza del campo: 50 Hz

Sotto consiglio del medico farò un trattamento della durata di un mese. Volevo sapere se ci sono controindicazioni riguardo all'eccessiva applicazione del macchinario oppure se "più si fà e meglio è"

Grazie, Matteo

Salve Matteo,
in magnetoterapia "il più si fa, meglio è" funziona fino ad un certo punto. Certo, per avere risultati apprezzabili occorrono trattamenti di durata modesta (anche 90 minuti!) ma si deve tenere in considerazione che è necessario rispettare i tempi di riposo tra una seduta e l'altra e comunque tener presente che non si hanno accelerazioni di guarigioni maggiori del 50% del tempo necessario rispetto alla guarigione senza terapia. In parole semplici l'applicazione eccessiva nella speranza che i tempi di guarigione siano molto minori è inutile.

Se ha altri dubbi, rimango a Sua disposizione,
Saluti

Angela -dott. Ingegneria Biomedica-
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Angela



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 12.01.10

MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Mar Apr 27, 2010 4:45 pm

Loredana ha scritto:
Buongiorno a tutti.
Mi è stato prescritto un ciclo di un mese di magnetoterapia (che eseguo a domicilio) al ginocchio sinistro per una condrite del CFM. Premetto che io non accuso un dolore "continuo" ma forti fitte all'esecuzione di alcuni movimenti, in particolare l'alzarmi da posizione seduta. Ho iniziato la terapia da pochi giorni e quindi non ne posso ancora attestare l'efficacia. L'aparecchiatura noleggiata è IGEA I-One a bassa frequenza, suggeritami dallo specialista, al costo di € 324/mese ; mi è stato proposto il suo acquisto tramite il versamento di ulteriori € 876, per un totale di € 1.200 (prezzo scontato!).
Vedo dall'intervento di Giulio Pavan del 6 aprile che esiste in commercio il MAG 1000 al costo di vendita di € 233, trasporto compreso (!) "con prestazioni quasi paragonabili a quelle professionali". Mi sembra ci sia qualcosa che non va o devo aspettarmi (visto quello che pago) un vero e proprio "decollo" miracolosamente indolore ?? Grazie e buona giornata.
Loredana lol!

Gentile Loredana,
capisco i suoi dubbi, nel mondo della magnetoterapia ormai ci sono tantissime apparecchiature, di moltissime case e di conseguenza tantissimi prezzi.
Innanzitutto non è automatica la relazione maggior prezzo=migliori prestazioni, soprattutto di questi tempi che marchio e "moda" giocano a sfavore dell'acquirente.
Per quanto riguarda il suo apparecchio, ho visionato velocemente la scheda tecnica e ho visto che si tratta di un buon macchinario, dotato di doppio generatore, e questo sicuramente influisce sul prezzo, anche se forse sul mercato qualcosa di più economico c'era.

Saluti
Angela -dott.Ingegneria Biomedica-
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Matteo
Ospite



MessaggioTitolo: Controindicazioni sulla durata del trattamento   Lun Apr 26, 2010 6:50 pm

Buongiorno,
a seguito di una frattura alla tibia e successivo intervento con inserimento di placca e viti in titanio ho noleggiato un apparecchio per la magnetoterapia con le seguenti caratteristiche:
# Potenza: 270 GAUSS
# Frequenza del campo: 50 Hz

Sotto consiglio del medico farò un trattamento della durata di un mese. Volevo sapere se ci sono controindicazioni riguardo all'eccessiva applicazione del macchinario oppure se "più si fà e meglio è"

Grazie, Matteo
Tornare in alto Andare in basso
Loredana
Ospite



MessaggioTitolo: magnetoterapia a domicilio   Sab Apr 24, 2010 9:42 am

Buongiorno a tutti.
Mi è stato prescritto un ciclo di un mese di magnetoterapia (che eseguo a domicilio) al ginocchio sinistro per una condrite del CFM. Premetto che io non accuso un dolore "continuo" ma forti fitte all'esecuzione di alcuni movimenti, in particolare l'alzarmi da posizione seduta. Ho iniziato la terapia da pochi giorni e quindi non ne posso ancora attestare l'efficacia. L'aparecchiatura noleggiata è IGEA I-One a bassa frequenza, suggeritami dallo specialista, al costo di € 324/mese ; mi è stato proposto il suo acquisto tramite il versamento di ulteriori € 876, per un totale di € 1.200 (prezzo scontato!).
Vedo dall'intervento di Giulio Pavan del 6 aprile che esiste in commercio il MAG 1000 al costo di vendita di € 233, trasporto compreso (!) "con prestazioni quasi paragonabili a quelle professionali". Mi sembra ci sia qualcosa che non va o devo aspettarmi (visto quello che pago) un vero e proprio "decollo" miracolosamente indolore ?? Grazie e buona giornata.
Loredana lol!
Tornare in alto Andare in basso
Angela



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 12.01.10

MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Mer Apr 21, 2010 2:18 pm

Ho visionato diversi tipi di apparecchiature ma non mi risultano dispositivi portatili indossabili come orologi. A meno che non si riferisca ai braccialetti magnetici (in rame solitamente), pubblicizzati in qualche sito o da qualche cultore del mondo magnetico ma che non hanno nessuna evidente funzionalità di tipo medico.
Non posso darle indicazioni precise per quanto riguarda l'interazione con il suo apparecchio senza aver notizie sulle caratteristiche elettriche, nè il nome dell'apparecchio.

Per quanto riguarda la protesi rimango perplessa davanti alle affermazioni dei medici che "non escludono la presenza di altri metalli o leghe". Mi permetto di infomarla che i medici hanno il dovere di descrivere il tipo di impianto, con il quale solitamente è allegato sia il tipo di impianto sia il materiale con cui esso è stato costruito.
Tuttavia le protesi in titanio non sono naturalmente realizzate con Titanio puro ma con una lega alluminio-vanadio-titanio che non cambia le caratteristiche: la protesi rimane non ferromagnetica e quindi non interagisce con i campi magnetici. Forse i medici si riferivano a questo.

Rimango a suo disposizione per eventuali altri chiarimenti, ricordandole che è difficile dare delle indicazioni precise senza aver visionato i dati precisi di apparecchiature e impianti. Il mondo delle apparecchiature biomedicali è molto vasto e, essendo creato attorno alla salute del paziente, è importante avere informazioni precise per non arrecare danni, che possono essere anche importanti, al paziente stesso.

Saluti,
Angela -dott. Ingegneria Biomedica-
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
dz
Ospite



MessaggioTitolo: Braccialetto e titanio   Mar Apr 20, 2010 3:25 pm

Grazie della solerzia nelle risposte. Per braccialetto intendo un'apparecchio mobile indossabile come un orologio da polso. Credo sia per un trattamento leggero, non ci sono scritti valori su di esso e non siamo in possesso di altra documentazione in merito. è stato consegnato dal fisioterapista alla mia partner ed essendo io portatore di defibrillatore per sindrome di brugada ci chiediamo se questo può causare qualche problema al mio impianto. Considerata la bassa frequenza suppongo di no ma se possibile vorremmo essere rassicurati.
Per quanto riguarda le viti e le placche che lei porta esse sono in titanio ma lo stesso personale medico non ha escluso possano esserci parti di altro metallo o lega. Sappiamo che i metal detector aeroportuali non ne rilevano la presenza, quindi supponiamo non ci sia problema ma come per la precedente domanda meglio se possibile avere qualche certezza.
Grazie
Tornare in alto Andare in basso
Angela



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 12.01.10

MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Ven Apr 16, 2010 9:31 am

gentile dz,

Per braccialetto per magnetoterapia intende l'applicatore dell'apparecchiatura fissa? o sta parlando di un'apparecchiatura portatile?

Per quanto riguarda l'utilizzo con placche e viti, se esse sono in titanio (e di questo dovrebbe essere stato informato) non ci sono problemi. Lei parla di nuova generazione ma attualmente anche molti impianti removibili, anche nuovi, possono contenere leghe di altri metalli. Si informi bene sul tipo di impianto effettuato.

Saluti
Angela -dott. Ingegneria Biomedica-
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
dz
Ospite



MessaggioTitolo: portatori di placche e viti   Ven Apr 16, 2010 6:44 am

se le viti e le placche usate per la riduzione di frattura vertebrale sono di nuova generazione, credo in titanio, la controindicazione per la magnetoterapia a bassa frequenza permangono?
grazie
Tornare in alto Andare in basso
dz
Ospite



MessaggioTitolo: controindicazioni riflesse   Ven Apr 16, 2010 6:40 am

il campo magnetico creato da un portatore di braccialetto per la magnetoterpia può causare problemi alle persone circostanti? mi riferisco a quelle molto vicine, come il partner
Tornare in alto Andare in basso
Angela



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 12.01.10

MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Mer Apr 14, 2010 1:32 pm

crimoponfo ha scritto:
Salve, leggendo il manuale dell' apparecchio per magnetoterapia,viene indicato che la posizione degli elettrodi nel caso di trattamanto di consolidamento del callo osseo a seguito frattura, deve essere effettuato con i solenoidi ai lati della frattura con i poli solidali.
cosa significa poli solidali? che il polo N poggia in entrmbi i solenoidi sulla pelle verso la frattura oppure che uno poggia con il lato N ed il secondo con quello S ?
ringrazio anticipatamente per la disponibilità. saluti Cristian

Buongiorno Cristian, ben arrivato nel nostro Forum!
Devo innanzitutto dire che, non sapendo di che tipo di macchinario si tratta posso solo fare delle ipotesi in quanto ogni macchinario ha applicatori differenti (fasce, serie di placche, placca singola,...) e quindi indicazioni di terapia differenti. Solitamente ogni applicatore contiene un solenoide e quindi ha sulla stessa "placca" polo N e polo S che poggiano entrambi sulla pelle. Il Suo libretto di istruzioni dice di applicare i solenoidi ai lati della frattura quindi uno a destra e uno a sinistra dell'osso da trattare. Poli solidali significa che i due applicatori devono essere posizionati allo stesso modo quindi con entrambi i poli nord rivolti dalla stessa parte. Questo è quello che mi pare di interpretare dalle sue righe anche se, ripeto, potrebbe benissimo essere che gli applicatori non sono come ho ipotizzato.
Se vuole può contattarmi tramite MP per inviarmi la documentazione e il nome dell'apparecchiatura per poterle dare informazioni più precise.

Saluti

Angela -dott. Ingegneria Biomedica-
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
crimoponfo



Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 13.04.10

MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Mar Apr 13, 2010 10:33 pm

Salve, leggendo il manuale dell' apparecchio per magnetoterapia,viene indicato che la posizione degli elettrodi nel caso di trattamanto di consolidamento del callo osseo a seguito frattura, deve essere effettuato con i solenoidi ai lati della frattura con i poli solidali.
cosa significa poli solidali? che il polo N poggia in entrmbi i solenoidi sulla pelle verso la frattura oppure che uno poggia con il lato N ed il secondo con quello S ?
ringrazio anticipatamente per la disponibilità. saluti Cristian
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Giulio
Admin


Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 12.01.10

MessaggioTitolo: Frattura viziosamente consolidata epifisi distale radio sx   Mar Apr 06, 2010 7:19 pm

Spett. Pietro P.

Non so darle indicazioni riguardo il noleggio di questo tipo di apparecchiature.

In alternativa potrebbe valutare l'acquisto di un'apparecchiatura per magnetoterapia per uso domestico.
Il MAG 1000 è un'ottima macchina con prestazioni quasi paragonabili a quelle professionali. Il prezzo è di €233,00 (trasporto compreso) e visto il numero di sedute alla quale deve sottoporsi, ammortizzerebbe il costo come se pagasse 11,65€ a terapia.

Rimango a disposizione per ogni chiarimento.

Colgo l'occasione per farle i miei auguri di pronta guarigione.

Giulio Pavan
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://youpower.topic-board.net
Pietro P
Ospite



MessaggioTitolo: Frattura viziosamente consolidata epifisi distale radio sx   Mar Apr 06, 2010 9:59 am

A seguito di frattura dell'epifisi distale del radio sx, il protocollo riabilitativo del polso, prescritto dal fisiatra, prevede n°. (10+10) prestazioni di magnetoterapia. Poiché a Lanusei (OG) Sardegna, non esistono centri che erogano prestazione e dovrei, pertanto recarmi a Tortolì, chiedo se non sia possibile l'affitto a domicilio di tale apparecchiatura e, se si, a chi potrei rivolgermi.
Vi ringrazio per la gentile collaborazione.
Saluti Pietro Paolo
Tornare in alto Andare in basso
Angela



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 12.01.10

MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Lun Mar 29, 2010 7:50 am

Lorella ha scritto:
Debbo dire con assoluta sincerità che, in soli 15 giorni, ho avuto un grande giovamento: per motivi di scoliosi lombare e di artrosi, non riuscivo più a camminare senza che un forte dolore al fondo schiena mi bloccasse e si irradiasse lungo le gambe, in modo alternato, ossia una volta la parte sinistra e un'altra volta quella destra del bacino, tanto da costringermi a sedere ogni 100 metri pure se per pochi minuti.
Da quando sto facendo questa terapia devo dire che sto molto ma molto meglio, riesco anche in casa a muovermi con più agilità. Vorrei sapere ( dato che mi sono rimaste tre sedute da fare) se posso continuare o debbo fare una pausa. Ho 51 anni e sono in menopausa da quasi due. flower

Gentile Lorella,
Posso chiederle se possiede uno strumento domiciliare o se si affida a dei centri di riabilitazione fisioterapica per effettuare le sedute di magnetoterapia?
Per quanto riguarda i cicli, e il numero di applicazioni, questi devono essere concordati sempre con il medico. Comunque, come ogni terapia è bene effettuare dei cicli di sedute, magari alternando dei periodi di pausa, così da valutare il giovamento.
Sempre a disposizione per eventuali chiarimenti,

Angela -dott. Ingegneria Biomedica-
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Lorella
Ospite



MessaggioTitolo: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Sab Mar 27, 2010 1:16 pm

Debbo dire con assoluta sincerità che, in soli 15 giorni, ho avuto un grande giovamento: per motivi di scoliosi lombare e di artrosi, non riuscivo più a camminare senza che un forte dolore al fondo schiena mi bloccasse e si irradiasse lungo le gambe, in modo alternato, ossia una volta la parte sinistra e un'altra volta quella destra del bacino, tanto da costringermi a sedere ogni 100 metri pure se per pochi minuti.
Da quando sto facendo questa terapia devo dire che sto molto ma molto meglio, riesco anche in casa a muovermi con più agilità. Vorrei sapere ( dato che mi sono rimaste tre sedute da fare) se posso continuare o debbo fare una pausa. Ho 51 anni e sono in menopausa da quasi due. flower
Tornare in alto Andare in basso
Angela



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 12.01.10

MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Mer Mar 03, 2010 3:26 pm

Gentile rosselin,

Per quanto riguarda noduli al seno è necessario valutare il tipo di noduli di cui stiamo parlando: in caso di noduli classificati come maligni la magnetoterapia è assolutamente sconsigliata dato l'aumento di irrorazione sanguigna e l'accelerazione dell'attività metabolica del nodulo. in caso di noduli benigni non sono attualmente a conoscenza di controindicazioni anche se è sempre necessario valutare caso per caso.
Invece in casi di noduli tiroidei, questi possono essere causati da iperfunzionalità tiroidea, una delle maggiori controindicazioni della magnetoterapia! Quindi mi sento di sconsigliarne l'utilizzo in questo caso.

Consiglio sempre però di valutare con il medico curante il rapporto rischi-benefici di tale procedura.

Spero di esserle stata d'aiuto,
rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti

Angela -dott. Ingengeria Biomedica-
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
rosellin
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Mer Mar 03, 2010 12:13 pm

può essere controindicata la magnetoterapia alla spalla in caso di noduli alla tiroide o al seno?
Tornare in alto Andare in basso
Angela



Messaggi : 88
Data d'iscrizione : 12.01.10

MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   Sab Feb 27, 2010 1:54 pm

Gentile utente,
il fatto che gli studi sugli effetti reali delle radiazioni magnetiche non siano ancora sufficientemente completi porta a sconsigliarne l'uso durante la gravidanza.
In letteratura sono riportati studi relativi all'influenza dei campi magnetici con le metalloproteinasi presenti nell'endometrio femminile.
E' necessario inoltre distinguere l'applicazione di campi magnetici statici e campi magnetici variabili. Nel secondo caso (campi magnetici variabili, che sono quelli utilizzati nella magnetoterapia) i rischi per il feto sono diversi e possono includere anche l'aborto. Nel primo caso invece (magnetoterapia statica) gli studi finora effettuati non hanno rilevato gli stessi effetti negativi.

La risonanza magnetica è utilizzata correntemente nella diagnosi prenatale, e quindi durante la gravidanza, ma in quei casi si parla di campo magnetico STATICO e il medico è tenuto a valutare il rapporto rischio-beneficio di tale procedura e comunque è sconsigliata nel primo trimestre di gravidanza.
Inoltre l'utilizzo in terapia antalgica della magnetoterapia implica l'applicazione in numerose sedute e tempi prolungati mentre per lo screening tramite risonanza magnetica si parla di breve tempo ad alta intensità.

Per questi motivi si consiglia sempre di contattare un medico e in caso di assoluta necessità valutare la possibilità dell'applicazione in gravidanza.

Sto seguendo comunque gli sviluppi nella pubblicazione di articoli inerenti a questo argomento e non esiterò ad aggiornare.

Angela -dott. Ingegneria Biomedica-
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni   

Tornare in alto Andare in basso
 
Magnetoterapia: cos'è, utilità, controindicazioni
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 3 di 4Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente
 Argomenti simili
-
» riscaldare il trasparente -controindicazioni-
» Deflettori "antiturbo": utilità ed impatto sui consumi
» Pneumatici invernali pro e contro, e reale utilità
» Consigli per rosso alfa
» integratori

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Youpower :: Terapie :: Magnetoterapia-
Andare verso: